marcia-nonviolenta-Reggio_1467305146222

Giornate di incontro e di studio

alla Verde Vigna di Comiso 3-6 Luglio


La Comunità dell’Arca sarà presente con Enzo Sanfilippo e Maria Albanese, della Fraternita' delle Tre Finestre,  alle giornate di incontro e di studio per la trasformazione della Verde Vigna in un centro per la nonviolenza.

Le giornate avranno luogo a Comiso, dal 3 al 6 Luglio con il programma che alleghiamo in calce.  

Comiso è stato teatro di una delle battaglie più importanti portate avanti dal movimento pacifista italiano: quella contro l’impianto dei missili Cruise  negli anni ’80. Vi hanno contribuito in modo essenziale i movimenti nonviolenti Italiani storici: Movimento Nonviolento e Movimento Internazionale per la Riconciliazione, assieme alla Campagna di obiezione di coscienza alle spese militari), alla Coop. Campo Internazionale per la Pace, ed al movimento internazionale delle donne che presero il nome de “La Ragnatela”.

Durante la lotta furono organizzati vari campi per la pace, e per questo scopo acquistati dai nonviolenti due terreni proprio accanto alla base militare: La Verde Vigna e La Ragnatela (e dai pacifisti anche l’IMAC e il Cigno Verde). Il terreno delle femministe è stato espropriato per la pista dell’aeroporto civile, e le donne della Ragnatela hanno ricevuto un rimborso utilizzato a sostegno di attività per la pace di altri gruppi di donne.
La Verde Vigna venne acquistata con i fondi dell’obiezione di coscienza alle spese militari (OSM) delle campagne 1982/83 e mediante la campagna di acquisto di un metro quadro che ha coinvolto centinaia di persone per un totale di 989 proprietari (visura catasto 2016).

I pacifisti locali (di Comiso, Ragusa, etc), fra i quali multi-proprietari e/o che hanno convissuto portando avanti lavori di sistemazione abitativa ed agricola, sono ancora presenti ed hanno formato un gruppo che desidera attrezzare la Verde Vigna a centro di documentazione e formazione. Inoltre si intende promuovere un modo di vita alternativo, non consumistico, incoraggiando energie dolci e l’agricoltura biologica.



PROGRAMMA DELLE GIORNATE A COMISO PER LA TRASFORMAZIONE DELLA VERDE VIGNA IN UN

“CENTRO DI DOCUMENT/AZIONE E FORM/AZIONE ALLA NONVIOLENZA E   SVILUPPO ECO-SOSTENIBILE”

 3-4-5-6 Luglio 2016


PROGRAMMA

3 Luglio ore 10.30-12.30 alla Pagoda per la Pace di  Comiso (fondata dal Reverendo  Morishita):  Celebrazione del 18mo anniversario della inaugurazione della Pagoda  buddista.


Ore  13.30-14.30: Pranzo alla Verde Vigna (su prenotazione).


Ore 17.00-20.00 nei locali della Fondazione Bufalino (in Piazza delle Erbe 13, Comiso), inaugurazione ed  illustrazione della Mostra sulle lotte di Comiso (generali e delle donne della Ragnatela), e di quelle europee, contro l'impianto dei missili  Cruise e Perhing. Intervengono   Alberto L'Abate ed Anna Luisa  Leonardi, (di Firenze) e Vittorio Pallotti del Centro di Documentazione dei Manifesti per la Pace di Casalecchio (Bologna). Presiede e coordina la discussione Gabriella Diocleziano, portavoce del Gruppo per la Nonviolenza  Verde Vigna.


4-5-6 Luglio, ore 10.00-13.00 alla Verde Vigna, Contrada Billona,  incontri tra i multiproprietari e gli amici della Verde Vigna per informarsi  e discutere (anche in gruppi divisi, se opportuno)  sui problemi economici e giuridici, sui progetti  per portare avanti il Centro di Document/Azione.


13.30-14.30 pranzo vegetariano a cura degli amici della Verde Vigna (su prenotazione)  


Il pomeriggio, presso i locali della Fondazione Bufalino,  incontri aperti a tutta la cittadinanza, su:  “LE LOTTE CONTRO I MISSILI  A COMISO E IN EUROPA  INSEGNANO  QUALCOSA  PER LA NOSTRA SITUAZIONE ATTUALE?”


PROGRAMMA  DETTAGLIATO DEGLI  INCONTRI  APERTI  A  TUTTI


4 LUGLIO (orario 17.00-19.30): Relazioni di introduzione al dibattito:  Antonio Mazzeo, La situazione attuale della militarizzazione della Sicilia;  Alfonso Navarra, La follia del nucleare e cosa fare per superarla; Roberto Cotti, Governo, parlamento ed industrie: retroscena delle politiche della difesa" . Presiede e coordina la discussione:  Francesco Lo Cascio, del Movimento Internazionale per la Riconciliazione, sezione italiana.

5 LUGLIO (orario 17.00-19.00) : Relazioni di introduzione al dibattito: Renato Accorinti, Problemi e risultati della gestione nonviolenta di un comune siciliano (Messina);  Luciano Benini, Il superamento del nucleare civile e lo sviluppo  delle energie alternative.  Presiede e coordina la discussione: Salvatore Schembari, della Fondazione degli Archi di Comiso;

alle 21, dopocena, sempre alla Fondazione Bufalino, ma nel patio : Fortunato Sindoni,  cantastorie  siciliano, terrà un recital su “Da Pio La Torre a Comiso: Ballate per la Pace”.   

6 LUGLIO: (orario 19.00-21.30, nel patio) Relazioni di introduzione al dibattito : Enzo Sanfilippo, Superamento del sistema mafioso e costruzione di comunità. un percorso in costruzione;    Fabio Bussonati, Perché e come lavorare per la riduzione dei consumi energetici delle nostre case;  Alberto L'Abate,  Che fare? Un tentativo di conclusione della nostra riflessione.  Presiede e coordina la discussione: Alfonso Navarra, multiproprietario della Verde Vigna.

            Sono stati inoltre invitati ad intervenire, ed attendiamo conferma e data, il sindaco di Comiso, Prof. Filippo Spataro, le deputate siciliane prime presentatrici della legge regionale  “Per una Cultura di Pace”  Valentina Zafarana, e  Mariella Maggio, i deputati nazionali  Gianluca Rizzo e Giulia Grillo; ed altre personalità   siciliane impegnate in questi settori.


NOTIZIE ORGANIZZATIVE


Per l'ospitalità notturna: alla Verde Vigna si possono piazzare una diecina di tende. Per i meno sportivi e più anziani il gruppo locale ha reperito, nelle vicinanze della Verde Vigna, o  con possibile servizio di trasporto,  una ventina di posti letto a 15 € a notte ciascuno.

La colazione della mattina, alla Verde Vigna, dalle ore 8,30 alle 9,30, ed il pranzo, dalle 13,30 alle 14,30, sarà a cura  del gruppo locale amici della Verde Vigna, che si impegna ad offrire: “prodotti bio,  verdura, frutta, cereali, riso, per il nostro discorso di cucina vegetariana ..., a chilometro zero, per [promuovere] la nonviolenza alimentare”. Il gruppo chiede un contributo di 15€ al giorno a persona,(12€ per il solo pranzo)  impegnandosi a devolvere  la somma raccolta, tranne le spese, per la Verde Vigna. Le cene della sera, in paese,  saranno a carico dei singoli partecipanti. Il gruppo locale  si limiterà a dare  indicazioni di trattorie o negozi con prodotti buoni ed non troppo cari.

Le persone interessate a partecipare sono pregate di scrivere, prima possibile, indicando i desiderata per l'ospitalità notturna, ed i giorni e le ore di arrivo e di partenza, e l'eventuale necessità di trasporto,  a Gabriella Diocleziano, la portavoce del gruppo nonviolento locale, al seguente indirizzo: <gabriella.diocleziano@gmail.com>, mandandone notizia anche ad Alessandra L'Abate <alessandra.briciole@gmail.com>.

Nella settimana precedente all'incontro, e cioè dal   27 giugno al 2 luglio c'è la necessità della presenza, sia alla Verde Vigna, che presso  il Tempio buddista, di circa una diecina di persone che svolgano un lavoro volontario, per la sistemazione della Verde Vigna, e per la preparazione   della cerimonia per l'anniversario della Pagoda. Nei giorni  successivi all'incontro, e cioè il 7, 8, e la mattina del 9  luglio, per chi è interessato, è allo studio un laboratorio per l'autocostruzione di un pannello solare guidato da Fabio Bussonati.


BREVI NOTIZIE SU RELATORI E  COORDINATORI  DEGLI INCONTRI


Accorinti Renato: sindaco del Comune di Messina eletto dalla cittadinanza  al di fuori di tutte le liste di Partito, e partecipante attivo alle lotte di Comiso; Benini Luciano: fisico che ha studiato a fondo i problemi del nucleare e delle sue alternative,  che è, attualmente, il Presidente Nazionale del MIR (Movimento Internazionale per la Riconciliazione); Bussonati Fabio:  geometra esperto nel  risparmio energetico  delle case e nel riciclo dei rifiuti; Cotti Roberto:  cittadino italiano eletto al Senato, impegnato, da anni, in iniziative  nonviolente; Diocleziano Gabriella:   professoressa di italiano a Vittoria (Ragusa) che ha fatto un tesi di laurea  sugli scritti  di Carlo Cassola, ed ha partecipato alle lotte contro i missili di Comiso;  L'Abate Alberto: sociologo  docente presso l'Università on line  per la teoria e la pratica della pace di Galtung, ha partecipato attivamente alle lotte contro i missili a Comiso, ed all'acquisto del terreno e del garage della Verde Vigna: Leonardi Anna Luisa:  moglie di Alberto, è stata una promotrice e  protagonista delle lotte di Comiso, incarcerata  due volte per il suo impegno; Lo Cascio Francesco: maestro di scuola elementare a Palermo e Vice Presidente Nazionale del MIR; Mazzeo Antonio:  giornalista “free lance” esperto di  problemi militari, che ha promosso e partecipato attivamente alle lotte di Comiso ed autore di un CD su queste “Memoria Comiso”; Navarra Alfonso:  giornalista, promotore e partecipante attivo alle lotte di Comiso, e autore di studi sulla follia nel nucleare e le sue alternative; Pallotti Vittorio, multiproprietario della Verde Vigna,  partecipante attivo alle  Campagne per l'Obiezione di Coscienza alle Spese Militari, e Presidente onorario del  CDMPI (Centro di Documentazione  del Manifesto Pacifista Internazionale) di Casalecchio (Bologna); Schembari Salvatore:  partecipante attivo alle lotte di Comiso, e presidente dell'Associazione degli Archi di Comiso; Sindoni Fortunato:  cantastorie siciliano  che ha allietato i partecipanti alla Marcia Catania-Comiso con i suoi canti improvvisati; Sanfilippo Enzo:  autore di studi sul contributo della nonviolenza al superamento del sistema   mafioso, e membro attivo della Comunità dell'Arca di Belpasso (CT).